Contatti:

Centro Starbene
Largo Covelli, 4 - Crotone
Tel. 0962.26961 - 0962.900025
Fax 0962 909497

e-mail: info@starbenekr.it

Orari:
08.00-12.00 / 15.00-19.00
Lunedì-Venerdì

Massoterapia



Il termine massaggio che significa palpare-toccare è una delle prime forme di cura che l’uomo ha attuato per procurare sollievo. Con il passare dei secoli si è passati a una serie di manovre ben precise codificate in vere e proprie tecniche. Il massaggio è particolarmente indicato nelle artrosi, algie, reumatismi, contratture e strappi non in fase acuta, stasi circolatorie,in preparazione e dopo interventi chirurgici.

Ne esistono diversi tipi:

Massaggio Terapeutico: (manovre disfioramento, frizione, impastamento) è principalmente decontratturante, ha la finalità di distendere il muscolo e migliorarne il trofismo.

Massaggio Sportivo: (manovre di sfioramento, frizione, impastamento, vibropercussione e scollamento) consiste nel preparare la muscolatura ad uno sforzo fisico oppure a scopo defaticante dopo una competizione per favorire il trasporto ai reni dei prodotti catabolici, come l’acido lattico. Massaggio Circolatorio: ha la funzione di riattivare la circolazione sanguigna venosa tenendo conto di eventuali problemi circolatori (varici, capillari) del paziente, per stabilire e calibrare l’intensità delle compressioni. Questo tipo di massaggio si esegue partendo dalle zone periferiche, piedi, gambe, cosce. tronco, braccia e sospingendo il sangue verso il cuore.

Massaggio Linfodrenante: è un massaggio molto delicato e superficiale che segue la circolazione linfatica, definita “lenta e aperta”, le manovre saranno di sfioramento e frizione leggera o picchettamento lieve eseguito con i polpastrelli in corrispondenza dei gangli linfatici; allo scopo di drenare i ristagni dei liquidi e facilitarne il trasporto e l’assorbimento da parte dei reni. Le metodiche utilizzate sono quelle di Leduc e Vodder.

Massaggio Connettivale Reflessogeno (Metodo Dicke): rappresenta un approccio terapeuticamente utilizzato per affrontare sia i problemi muscolo-scheletrici che viscerali senza essere invasivi.Il termine reflessogeno è utilizzato in quanto la tecnica di mobilizzazione del tessuto connettivo interagisce con il sistema nervoso autonomo, che a propria volta determina reazioni anche a distanza della regione del corpo trattata.Qualunque patologia è sempre accompagnata da una modificazione vascolare locale con un rallentamento degli scambi tessutali. Tali fenomeni che avvengono per via riflessa, portano alla sclerosi ed alla fissazione di tali tessuti che il massaggio connettivale restaura e normalizza.

Massaggio Trasverso Profondo (MTP): è una tecnica di massaggio che è parte del metodo Cyriax. Con unaparticolare tecnica manuale si agisce su una struttura anatomica, ben localizzata e limitata, affetta da unfenomeno infiammatorio post-traumatico o con aderenze. L'indicazione principale è il trattamento dipiccole lesioni muscolari, tendinee e legamentose. Gli effetti di questo tipo di massaggio sono:

  • Iperemia traumatica locale: analgesia temporanea.
  • Movimento all'interno della struttura interessata per prevenire o distruggere le aderenze formatesi in seguito alla lesione del tessuto.
  • Stimolazione dei meccanorecettori : impedire il passaggio dei messaggi nocicettivi diretti al cervello (teoria del "gate control").